ORBITE GALILEIANE - CON GLI OCCHI DI DIO _ SITO ZAGREO
15
Gen

Orbite Galileiane – Con gli occhi di Dio | 24 gennaio 2020

Debutta, in occasione dell’inaugurazione della cittadella dell’astronomia di Lendinara (RO), il terzo studio dedicato a Galileo Galilei. Siete pronti a vedere l’universo “con gli occhi di Dio”?

Venerdì 24 gennaio 2020, alle ore 20.30 presso il Teatro Ballarin, debutta “Orbite Galileiane – Con gli occhi di Dio”, il terzo studio dedicato alla figura del grande scienziato pisano, Galileo Galilei.

Qui di seguito la trama del nuovo spettacolo.

Dopo aver visto il mondo con gli occhi di Galileo e aver visto l’universo con gli occhi al cielo, ci prepariamo a vedere la realtà “con gli occhi di Dio”, forse un po’ superbamente, forse un po’ ingenuamente.

Il terzo studio su “Vita di Galileo” di Bertold Brecht dell’Associazione culturale Zagreo prende in esame il portato di pensiero degli studi del grande scienziato pisano e in particolare il suo rapporto con il modo di pensare della sua epoca: far vedere il mondo con occhi nuovi, con prospettive nuove, più aderente alle caratteristiche della realtà non è semplice, soprattutto quando dietro a un modo di pensare si cela un potere.

Galileo si confronterà, quindi, con rappresentanti di varie categorie: un Procuratore della Repubblica di Venezia che lo stima ma non apprezza le sue richieste di aumento di stipendio, l’amico Sagredo, che teme l’estremismo di Galileo, i cardinali della Chiesa che gli propongono la loro visione del mondo, un Monacello appassionato di fisica ma timoroso per gli effetti sulla gente comune e il possibile genero Ludovico Marsili, innamorato di Virginia, figlia di Galileo, ma preoccupato per le rivoluzioni che potrebbero sorgere dal mettere in discussione le tesi della Chiesa.

Lo spettacolo si svolgerà tutto sul palco, un ritorno alla prosa per Zagreo, necessario per far capire fino in fondo come le varie visioni del mondo andassero a contrastare tra loro. Ci saranno, però, varie sorprese in platea, che andranno ad approfondire la vera visione di Galileo, il vero sguardo di Dio sull’uomo.

E’ un tentativo di lavorare sulla tecnica di Brecht, portata alla comprensione di dinamiche sociali e politiche, mescolata alla ricerca sull’emozione che Zagreo porta avanti da molto tempo, per vedere che cosa può scaturire per un essere umano che è in ricerca di un senso da dare alla propria vita.

L’ingresso al teatro è libero, non è necessaria la prenotazione.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.